CONOSCERE IL NOSTRO SEGUGIO 

(parte terza)

Proseguendo nell’analisi delle parole chiave che ogni vero Segugista deve conoscere ci imbattiamo nella PASSATA: è la strada che la lepre segue all’alba dalla pastura al covo.

PASTURA: il terreno dove la lepre si alimenta confondendo i segugi con un labirinto di andirivieni. 

PIEDE: si riferisce sia all’usta che all’impronta della lepre lasciata sul terreno durante il suo peregrinare notturno che il bravo segugio segue con fedeltà cambiando timbro e ritmo della voce a seconda dell’intensità della passata e della traccia.

PROFILO INFERIORE DEL TRONCO: nei Segugi Italiani il ventre si presenta molto asciutto in modo che la linea inferiore  risale dolcemente in modo rettilineo dai gomiti all’inguine.

PROFILO SUPERIORE DEL TRONCO: nel solo segugio ha un profilo rettilineo leggermente rampante dalla groppa al garrese.

PROGNATISMO: quando la mascella è più corta rispetto alla mandibola; se pronunciato, il segugio è da squalifica.

RADDOPPIO: non è da confondere con le doppie! Si tratta di una strategia che la lepre adotta sulla via della passata che mena al covo: la lepre compie diversi scarti per indurre in errore il nostro segugio sia in campo aperto che sui margini di un bosco; crea un groviglio prima di tornare parallelamente alla via di andata senza compiere la strategia piede su piede  come osa fare sulle doppie; tornata sulla via prosegue verso il covo. Solitamente la via di andata è marcata di sentore mentre quella di ritorno, dove compie lunghi salti o piccole corse, è appena presente. I grandi cani sanno evidenziare, distinguere il raddoppio dalle doppie.

RIBATTERE: è l’azione che la lepre mette in pratica ritornando sui propri passi.

RIENTRARE: lepre di letto o di lestra quando lasciato il bosco torna nello stesso covo.

RIMETTERE: quando il canettiere rimette i suoi segugi in braccata sulla giusta via nel fallo.

SPEZZATURA O FRATTURA ALL’11 VERTEBRA: provoca un avvallamento della linea superiore del tronco  tra l’11esima e 12esima vertebra del rachide. Grave difetto nel segugio. 

STOP: è la depressione naso frontale ubicata tra il limite della regione del muso con quella del cranio. Leggermente marcata nel vero Segugio Italiano; quasi inesistente nei segugi italianizzati o francesati.

TARSO: l’insieme delle ossa del piede; si trovano tra la tibia e il perone da un lato e i metatarsi dall’altro.

URLATORE: si riferisce alle razze di segugi estere che invece di scagnare come il nostro segugio ululano. 

VOLPINA : è il termine usato per la lepre che lascia il covo alla chetichella senza essere vista dai cani.